Correva l’anno 1991 quando vidi per la prima volta un’immagine frattale: il programma che la generava si chiamava Mandel e girava sul mio glorioso Amiga 500.

Per curiosi e nostalgici, ecco una schermata del Workbench 1.3 (il desktop dell’Amiga a 4 colori) :)

Amiga_Workbench

Senza FPU e con 7.16 MHz di clock, l’Amiga 500 generava un’immagine 320 x 200 pixel del frattale in 5-10 minuti.

Qualche anno fa ho scoperto che l’algoritmo di visualizzazione del frattale di Mandelbrot ha avuto una rielaborazione chiamata Buddhabrot.

mandelbrot

Il frattale di Mandelbrot (Wikimedia Commons)

buddhabrot

La variante Buddhabrot (Wikimedia Commons)

Paolo Stefan

Other posts by

You must be logged in to post a comment.

Menu